flashback sound

flashback sound 2018

flashback sound è il ricco e vivace palinsesto dedicato alla musica che spazia tra passato epresente e che quest’anno si è concetrato sulla mixité di linguaggi: musicalità che appartengono a diversi retaggi, diverse matrici compositive, sono state mescolate con lo scopo di mettere sul palco nuove forme di dialogo e confronto tra tipologie di musica differenti.

art lounge room
a cura di Andrea Vailati Canta

Il 31 ottobre flashback ha consegnato le chiavi dell’art lounge alle sonorità deep, più profonde e cupe, mescolate ai suoni funky, dolci e avvolgenti, e alla techno più dura; l’atmosfera era in mano alle suggestioni della musica elettronica di Stefano Prezioso, SINGS e Niko Favata, gli ultimi due erano appena rientrati in Italia dopo l’ADE (Amsterdam Dance Event 2018).

Il format è stato quello dei live dai locali caldaie che negli anni ha saputo assumere sempre più spessore e autenticità e in cui il pubblico diventa parte integrante della live performance.

Kenöpsia / Stefano Prezioso e Andrea Vailati Canta (Sunup Records)
Stefano e Andrea avviano il progetto Kenöpsia nel 2016 che, in poco tempo, è stato il protagonista di importanti festival musicali come la Street Parade di Milano e il Sun Up di Crema dove hanno condiviso la consolle con dj del calibro di Magdalena, Lehar, Pisetzky e Giorgia Angiuli, per citarne alcuni.Nel 2018, massimo compimento del loro sodalizio, fondano l’etichetta discografica Sunup Records.

SINGS (Sunup Records)
Avvicinatosi alla produzione musicale appena ventenne, le tracce di SINGS sono caratterizzate da una melodia emozionale e romantica dove l’influenza di strumenti etnici è preponderante. Il suo è un approccio ingegneristico al suono fatto di concentrazione, studio e lavoro quotidiano, alla costante ricerca di miglioramento tra dischi, software e strumenti musicali.

Niko Favata (Expatriate Records)
Niko Favata fonda Expatriate Records nel 2013 con la precisa volontà di avviare la propria produzione musicale: il successo di critica e pubblico non tarda a arrivare e ben presto l’etichetta si amplia con l’inserimento nuovi artisti, dj e producer, con cui negli anni sono stati ottenuti grandi risultati nei migliori club e festival di musica elettronica italiani e internazionali.

mixing sounds
a cura di Mauro Battisti

Anais Drago (violino, loop station)
Classe ’93, violinista eclettica dal curriculum invidiabile, Anais Drago proietta in modo personale i suoni del folk, del jazz e del pop tra gli spazi di flashback. Magnifica improvvisatrice e virtuoso del suo strumento, l’artista prenderà ispirazione dalle opere e dagli oggetti in esposizione per un’avventura musicale di grande fascino e suggestione.

DA-JAXX / Diego Borotti (sax tenore, Akai pro Ewi) e Marcello Picchioni (piano, synth, drums programming)
Samples analogici, suoni sintetizzati, ritmiche hip-hop e tutta l’intensità e la freschezza dell’improvvisazione jazz, questo è DA-JAXX. Una sfida alla mixitè musicale da parte di due splendidi artisti che, condividendo lo stesso background blues, soul, r&b e mainstream jazz, danno vita con questo nuovo progetto a panorami acustico-elettronici raffinati e coinvolgenti.

L.I.M.A 2 /  Simone Bellavia (basso elettrico, contrabbasso, loop station, elettronica) e Toti Canzoneri (flauto, cajon, percussioni, tastiere)
L..I.M.A., la storica world-jam che da 18 anni anima settimanalmente gli spazi del cafè des arts di Torino, è approdata sulle rive di flashback 2018 in una veste insolita. Il suo geniale creatore, Toti Canzoneri, e lo spettacolare bassista Simone Bellavia ridisegnano con maestria un percorso musicale fondato sull’improvvisazione senza confini di genere. Dall’afro al rock, dai ritmi psichedelici alle radici del flamenco, con strumenti acustici ed elettrici e con l’ausilio di effetti elettronici, i due musicisti rivelano in modo avvincente la chiave di una musica in continua trasformazione.

AC/DS / Alessandro Chiappetta (chitarra elettrica) e Donato Stolfi (batteria)
Batteria e chitarra, una formazione originale, frutto dell’incontro tra due formidabili musicisti che hanno da sempre ricercato la contaminazione e la riconversione dei linguaggi. AC/DS è un duo ad “alto voltaggio” musicale che propone in modo audace e senza riserve un viaggio esaltante tra sonorità rock, pop, world e jazz.

ADD
performance di Francesca Sandroni

Il progetto ADD, aggiunge, somma, tende a sovrapporre elementi, culture, stili, linguaggi diversi, creando una stratificazione sonora attraverso il campionamento di lavori prodotti da oggetti simbolici. La performance sonora come atto ludico estemporaneo di contatto e di interazione con l’altro: la partecipazione attiva che cambia la narrazione, il flusso ordinario della vita. Una sorta di sinfonia volgare, un “voodoo sonoro” nel quale siamo stati tutti coinvolti, responsabili, in assoluta dissonanza armonica.