flashback 2019

flashback è il progetto dedicato all’arte che, pensato come opera aperta,
nasce nel 2013 con l’obiettivo di costruire un atlas di cultura visiva
unendo in un’unica equazione cultura e mercato, senza vincoli di spazio e di tempo.

Nel 2019 giunge alla sua VII edizione.

scarica la presentazione

Scadono il 31 maggio i termini per la presentazione delle domande di partecipazione a flashback 2019.

scopri di più

>>>

MV: Ma non crede lei che l’arte contemporanea, fondata sul principio della soggettivita’, sia radicalmente diversa da quella antica?
GDD: L’arte in realta’ e’ tutta contemporanea. Altrimenti sarebbe come se lei vedesse arrivare un’automobile del 1920 e decidesse di attraversare tranquillamente la strada pensando di non poter essere investita, perche’ quell’automobile e’ di un’altra epoca. Mentre non e’ cosi’. Per le opere d’arte e’ lo stesso. Sono sempre in diretta.
MV: Percio’ secondo lei non c’e’ differenza tra una madonna di Brunelleschi e un ritratto di Picabia?
GDD: C’e’ differenza. Ma sono entrambi contemporanei, viventi. L’opera d’arte e’ un oggetto vivente.

Intervista di Marina Valensise a Gino De Dominicis Il Foglio 20 marzo 1997