Flashback è opera viva 2015. antica è tua sorella

30 Novembre 2015

Flashback_special project

FLASHBACK E’ OPERA VIVA
ANTICA E’ TUA SORELLA
UN PROGETTO DI ALESSANDRO BULGINI

REDISTRIBUZIONE 2

La collaborazione con l’artista Alessandro Bulgini prosegue per il terzo anno consecutivo. Il suo progetto FLASHBACK è OPERA VIVA si declina di anno in anno in modo differente ma con la stessa concettualità.

Bulgini lavora da anni a un intenso progetto relazionale, “OPERA VIVA”, che vede nello scambio culturale e nello stabilire relazioni vivide con luoghi e persone l’oggetto del proprio operare. Tutto questo nella convinzione che le città sono prima di tutto esistenze, relazioni umane non infrastrutture materiali: chiudere l’arte e la cultura in luoghi deputati, istituzionali, segregarla all’interno di recinti non è mai stata un’opzione salutare, democratica, intelligente: meno che mai in questo momento storico. Proprio l’assenza (la vacanza) momentanea di questi luoghi istituzionali è un’occasione preziosa da cogliere e agganciare: essa è in grado infatti di favorire l’adozione di pratiche (e politiche) radicalmente innovative. (Christian Caliandro)

Screen Shot 2018-05-21 at 13.10.35

FLASHBACK è OPERA VIVA è dunque un progetto che vuole portare la manifestazione ad essere un evento di tipo inclusivo e non esclusivo, un progetto che vuole portare l’arte a tutti tramite un linguaggio diretto e lo sconfinamento al di fuori degli spazi deputati soprattutto nelle periferie. ANTICA E’ TUA SORELLA #anticaètuasorella è un hastag virale dal linguaggio popolare. ANTICA E’ TUA SORELLA è un manifesto 6×3 posizionato a Torino in Barriera di Milano (Piazza Bottesini), è un susseguirsi di selfie degli abitanti sotto il manifesto, è la copertina di un giornale (Vedere a Torino). ANTICA E’ TUA SORELLA è una sfida verbale (ricordiamo dell’artista la mostra del 2011 “In ricordo di un artista italiano del cazzo”), una ricerca verbo-visuale che incorpora gli elementi della poesia visiva come strumento operativo, evidenziando la necessità di un’Arte che sia espressione della cultura di massa.

Alessandro Bulgini (Taranto 1962) dal 2001 concentra la sua ricerca sul tema dell’invisibile e della lateralità. Performances, quadri, fotografie e installazioni, strumenti diversi, atti di opposizione a una verità ritenuta assoluta, tentativi di indicare qualcosa al di là del visibile. Numerosi gli interventi e le mostre dalle recenti Peekskill Opera Viva del 2015 (Hudson Valley Center for Contemporary Art, NY USA), l’opera pubblica Opera Vivain piazza Derna (Torino) reliazzata in collaborazione con il MEF e il Comune di Torino, Taranto OperaViva in collaborazione con CO61, Cosenza Opera Viva, ai tantissimi progetti sviluppati nel corso degli anni collaborando con importanti Istituzioni pubbliche e private come Fondazione Volume!, Roma, Museo Ettore Fico, Torino, HVCCA, NY USA, Frost Art Museum,FL USA, Torrione Passari, Molfetta BA, Triennale  e Castello Sforzesco di Milano, DENA Foundation Parigi etc.