Opera Viva, Il Manifesto > Risultati open call

31 luglio 2020

Il bando di partecipazione per l’edizione 2020 di Opera Viva Barriera di Milano, Il Manifesto è ufficialmente chiuso.
Quest’oggi vi riveliamo i nomi dei membri della giuria: a partire dalla casella in alto a sinistra, aprono la scacchiera Ginevra Pucci Stefania Poddighe, direttrici di Flashback; al centro la mente creativa del progetto Alessandro Bulgini, artista visivo che ha scelto il quartiere di Barriera di Milano come studio; segue Christian Caliandro, curatore del progetto e storico dell’arte. In basso, da sinistra, Alessandro Rabottini, curatore indipendente e direttore artistico di Miart Milano, Luca Zuccala, giornalista e critico d’arte, Alvise Chevallard, presidente di Fondazione Artegiovane di Torino, e Laura Cionci, tra gli artisti che hanno preso parte all’edizione 2019.

Tutti loro sono stati impegnati nel valutare le proposte dei moltissimi artisti che si sono candidati da tutta Italia (e non solo) e hanno selezionato le opere di Noura Tafeche e Luigi Presicce che potrete ammirare dal 2 settembre (la prima) e dal 30 settembre (il secondo) nella rotonda di Piazza Bottesini, là dove – da sei edizioni – l’arte è più che mai contemporanea.
Inoltre, quest’anno Opera Viva Barriera di Milano, Il Manifesto raddoppia premiando anche Gianmarco Cugusi e Luisa Turuani, terzo e quarto artista classificato (in ordine alfabetico), che vedranno esposti i loro lavori nei mesi di novembre e dicembre.