TESTA FEMMINILE DI NINFA

Produzione romana imperiale, I-II sec. DC
Marmo, altezza cm 26

View in room Contatta la galleria

Provenienza:
Monaco, collezione privata, (1960/70)
Monaco, Monaco Fine Arts
Monaco, collezione Daniel, 1992
Londra, David Aaron Gallery
Londra, collezione privata

Questa interessante testa romana in marmo bianco, con il volto fratto alla base del collo, raffigura una creatura femminile (forse Diana o una ninfa) e colpisce per la sua bellezza ideale, composta ed equilibrata, con un viso giovane che sembra direttamente basato sul tipo greco attico di Artemide Colonna del IV secolo AC.
La composizione della testa, a grandezza naturale, è energica e allo stesso tempo denota un aspetto sereno. La sua fisionomia è infatti simbolo della qualità idealizzata caratteristica della scultura classica greca. Questa influenza classica si vede chiaramente nei perfetti occhi a mandorla con le palpebre nettamente scolpite e il contorno liscio del viso. La pettinatura è resa squisitamente. I capelli molto ondulati si separano sulla fronte in piccole ciocche e sono divisi al centro per riunirsi infine in uno chignon annodato sulla nuca. La fronte è ampia, il naso è rettilineo, integro ad eccezione di una scheggiatura, gli zigomi appena accennati, la bocca è piccola e con labbra carnose dolcemente socchiuse, il mento leggermente pronunciato, le orecchie sono piccole e in parte coperte dalla capigliatura. La ricca resa della pettinatura e la qualità del volto possono suggerire una datazione che si attesta durante il periodo Adriano (117-138) o nel primo periodo Antoniano, l’ultimo dei due secoli d’oro dell’Impero romano.

Range di prezzo:
più di 50.000 €