ADOLFO WILDT
(Milano, 1868 – 1931)

Mater purissima1918
Altorilievo in marmo bianco di Carrara (base in legno)
cm 30 x 33

Scarica la scheda tecnica

View in room Contatta la galleria

Firmato sullo spessore in basso a destra: A. Wildt

Provenienza: Già collezione Balzarotti, Milano

Certificato di autenticità
Autentica su fotografia dott.ssa Paola Mola, 11 luglio 2018

Esposizioni:
Wildt. Il mestiere di scolpire, ottobre-dicembre 1988, Milano, Galleria Gian Ferrari, catalogo mostra, a cura di Paola Mola, Franco Maria Ricci, Milano 1988, pp. 28-29; Adolfo Wildt. Ein Italienischer Bildhauer des Symbolismus, 25 marzo-17 giugno 1990, Darmstadt, Mathildenhöhe, catalogo mostra, a cura di Paola Mola, Darmstadt 1990, pp. 74-75; Margherita Sarfatti e l’arte in Italia tra le due guerre, 1-31 ottobre 2020 (già in programma 12 marzo-4 aprile 2020), Roma, Galleria Russo, catalogo mostra, a cura di Fabio Benzi, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2020, p. 98

Bibliografia:
Vittorio Sgarbi (a cura di), Wildt a Forlì. La scultura dell’anima, catalogo mostra (Forlì, Palazzo Albertini, 29 aprile-25 giugno 2000), Marsilio, Venezia 2000, pp. 90-91, nn. 9-10; Daniele Astrologo Abadal, Ruggero Montrasio (a cura di), Anima mundi. I marmi di Adolfo Wildt, catalogo mostra (Gemonio, Museo Civico Floriano Bodini, 15 luglio-28 ottobre 2007), Silvana Editoriale-Montrasio Arte, Milano 2007, p. 88-89, n. 5; Paola Mola (a cura di), Wildt. L’anima e le forme, catalogo mostra (Forlì, Musei di San Domenico, 28 gennaio- 17 giugno 2012), Silvana Editoriale, Milano 2012, in part. pp. 176-181, nn. 19a e 19b (con bibliografia precedente e pubblicazione di altri esemplari).

Prezzo: su richiesta